Amniocentesi e diagnosi prenatale a Rapallo


Gli esami a cui sottoporsi nei primi tre mesi


Il primo trimestre è, generalmente, il periodo più delicato della gravidanza, quello più instabile, che garantisce al feto meno sicurezze. Eppure, è già il momento di cominciare a fare alcuni test per rilevare il rischio di eventuali problemi e patologie del feto. La prima cosa da fare è sottoporsi a un’ecografia e a degli esami del sangue, che permettono di rilevare il rischio di patologie cromosomiche del feto. Sono analisi non invasive, con esiti variabili in funzione dell’età della madre e risultati probabilistici. Per un risultato certo, la Dottoressa Ilaria Dellacasa consiglia alle future mamme di sottoporsi all’amniocentesi e diagnosi prenatale a Rapallo.


La diagnosi prenatale è basata su due tipologie di test invasivi: la villocentesi e l’amniocentesi. In entrambi i casi si tratta di tecniche che prevedono l’inserimento ecoguidato di un ago attraverso l’addome materno.La villocentesi va effettuata tra le 11 e le 12 settimane e prevede il prelievo dei villi coriali, ovvero di quel tessuto che avvolge l’embrione e che darà poi origine alla placenta. Le cellule così prelevate vengono coltivate per poter poi estrarre il DNA fetale da esaminare per valutare il corredo cromosomico del feto. L’amniocentesi, eseguita tra le 16 e le 18 settimane di gravidanze, consiste invece nel prelievo di liquido amniotico in un periodo della gravidanza in cui si presuppone che il quantitativo di liquido sia ottimale e la presenza al suo interno di cellule fetali sia sufficiente.

L’amniocentesi e diagnosi prenatale a Rapallo, possono essere eseguite dalla Dottoressa Ilaria Dellacasa nel suo ambulatorio. Qualsiasi sia la vostra situazione, la Dottoressa Dellacasa saprà consigliarvi ciò che è meglio fare, tenendo presente che alcuni test sono a carico del paziente mentre altri sono a carico del SSN. Alcune donne rifiutano di sottoporsi a questo tipo di esami per paura o per questioni etiche e personali, ma va ricordato che qualora il medico consigli o prescriva l’amniocentesi, alla base c’è una motivazione dettata da ragioni mediche che è bene non trascurare. Per maggiori informazioni visitare la sezione Contatti.