controllo della tiroide in gravidanza

TIROIDE E GRAVIDANZA

Si è visto di recente che, quando la tiroide della mamma funziona "poco", ci potrebbero essere problemi a livello dello sviluppo cerebrale del futuro neonato, problema che può avere un’importanza tale da avere un nome, ovvero cretinismo ipotiroideo .

In ogni gravidanza che ho l’onore di seguire, spiego perché il controllo della tiroide sia diventato un tassello fondamentale e costante da prendere in considerazione e valutare...talvolta “aggiustando e il tiro” anche con farmaci, assolutamente sicuri in gravidanza, anzi, indispensabili!


Ma perché è diventato necessario monitorarla per tutto il corso dei nove mesi?


Si è visto di recente che, quando la tiroide della mamma funziona "poco", ci potrebbero essere problemi a livello dello sviluppo cerebrale del futuro neonato, problema che può avere un’importanza tale da avere un nome, ovvero cretinismo ipotiroideo . Non si chiede che il proprio bambino diventi un Einstein, ma sapendo che il suo sviluppo cerebrale è condizionato da un eventuale ipotiroidismo della futura mamma, capite al volo perché debba essere controllata !Questo significa che tra gli esami del sangue, che si fanno ogni 4/6 settimana in gravidanza, ci sarà anche il TSH, ovvero quello relativo all'ormone che "ci informa" se la tiroide funziona correttamente, poco oppure troppo. 


Un TSH con valori nella norma, in realtà, in gravidanza non va bene, non è completamente corretto. Vi spiego: per esempio, un valore di 3.5, che per una donna non in gravidanza è normale, non lo è per una futura mamma, perché necessita di essere abbassato e portato a un valore inferiore, tra un 2.4 e 2.5! Questo fa sì che sia spesso necessario somministrare alla mamma in gravidanza la pastiglia che contiene l'ormone tiroideo, la levotiroxina, creando scompiglio nella donna, che manifesta paura di avere un problema!! La terapia, presa per bocca e a piccole dosi per riuscire ad arrivare ad un giusto valore, fa sì che il cervello e le connessioni cerebrali del piccolo siano adeguatamente formate e strutturate. 


Nella donna che invece cerchi una gravidanza, si ricerca uno stesso range di valore, perché in quel caso il TSH troppo alto in circolo, può interferire con l’ovulazione, poiché assomiglia all’ormone che deve stimolare le ovaie a produrre le ovette, ma non provoca lo stesso effetto!!

Quindi in questo caso, il TSH si deve abbassare non per una questione di sviluppo del cervello, ma per avere un effetto migliore in ambito di produzione di possibilità di avere un bimbo. La donna che faccia uso di ormone tiroideo per bocca in corso di gravidanza, si troverà poi a scalarlo in allattamento, con molta probabilità!!

Buona giornata!
Ilaria


L'ultimo articolo dell'anno l'hai letto? Lo trovi QUI!

0 0
Feed

Lascia un commento