temperatura corporea e coronavirus

TEMPERATURA CORPOREA FEMMINILE: NORMALE O "CORONAVIRUS"?

Utilizzando l'articolo di oggi, ho deciso di spiegare la differenza tra temperatura "normale" e temperatura "da Coronavirus". Soprattutto, ovviamente, essendo ginecologa, nelle donne.

In questo periodo di Coronavirus molte pazienti mi hanno mandato messaggi sottolineandomi che in questo periodo la loro temperatura corporea supera i 37 gradi, ma solo in una particolare fase del ciclo mestruale...suscitando la loro perplessità e comprensibile paura! In questo periodo, le persone che si misurano la temperatura corporea con più frequenza rispetto a prima hanno scoperto questa fisiologica variazione in noi donne, che è importante conoscere per evitare allarmismi.


Allora, utilizzando l'articolo di oggi, ho deciso di spiegare la differenza tra temperatura "normale" e temperatura "da Coronavirus". Soprattutto, ovviamente, essendo ginecologa, nelle donne.

Innanzitutto partiamo con il dire che si parla di “febbricola” quando il rialzo della temperatura corporea supera di poco quella che è la nostra temperatura normale; per temperatura normale si comprendono i valori tra i 36,4 e i 37,3 gradi in condizioni di benessere. La febbricola è la condizione di aumento oltre la soglia di normale, per cui diversa da donna a donna, ma che non supera i 38 gradi, altrimenti si parla di vera è propria febbre!
Durante la giornata la nostra temperatura corporea può variare: solitamente il valore più basso lo abbiamo all'incirca alle 4 del mattino, in quanto durante la notte il nostro metabolismo rallenta e raggiunge la soglia minima. La temperatura massima, cosa risaputa già da quando siamo bambini, viene raggiunta a metà pomeriggio, all'ora della merenda, come ci dicevano da piccoli!
Condizione normale che porta ad un aumento della temperatura è lo sforzo fisico: quando stiamo svolgendo attività sportiva abbiamo un aumento del metabolismo e una temperatura superiore ai 37 gradi, utile per darci prestazioni fisiche migliori.

Parlando nello specifico della sfera femminile, nei primi tre mesi di gravidanza la temperatura corporea si alza di alcuni decimi per colpa del progesterone, come dico alle mie pazienti nei primi tre mesi stiamo ”covando”, per cui teniamo al caldo il nostro “uovo con pulcino”...e serve una temperatura maggiore! Come avviene?

Dobbiamo innanzitutto capire il ruolo che ha il progesterone: nel primo trimestre mantiene il sostenimento della gravidanza, quando ancora non si è formata la placenta, la quale produrrà solo in seguito gli ormoni necessari per il proseguimento dell’opera. E' anche considerato come l'ormone "pro gestazione" e quindi favorente la gravidanza.

Durante il ciclo cosa succede? Vi spoilero che anche qui tutto dipende dal progesterone!

Per iniziare, dobbiamo considerare che ci troviamo di fronte a due fasi: la fase follicolare o pre ovulatoria e la fase luteale o post ovulatoria.
Nella prima fase prevalgono gli estrogeni , ovvero i più noti ormoni femminili. Nella seconda, invece avviene proprio l'aumento del progesterone. La divisione tra le due fasi la fa proprio l'ovulazione, quindi la liberazione dell'ovetto.
Quindi, la temperatura corporea di una donna è di tipo bifasico. Abbiamo una temperatura diversa a seconda della fase del ciclo che stiamo attraversando.
Nella seconda fase del ciclo la temperatura corporea basale può aumentare di 0,5 o 0,6 gradi e può durare per tutti i 14 / 15 giorni dopo l’avvenuta ovulazione...sempre nell'ottica di dover “covare un pulcino”!
La temperatura basale viene utilizzata come mezzo per capire quando siamo nella fase fertile: con termometri particolari e specifici, misurandola a livello vaginale e rettale, ma anche a livello orale, queste variazioni possono essere usate per valutare quando noi donne siamo nel periodo più propizio a mettere su cantiere.

Cosa fare ai tempi del Coronavirus?

Controllate la temperatura normale basale subito dopo la mestruazione: quella è la vostra temperatura. Se notate una oscillazione sopra il mezzo grado ( esempio, subito dopo la mestruazione 36,5 gradi e 14 giorni dopo 37 gradi ) non preoccupatevi! Il nostro centro regolatore, situato nell'ipotalamo, subisce delle fluttuazioni che adesso siamo in grado di comprendere e di non portarci al panico...ai tempi del Coronavirus.

Per dubbi e domande continuate a chiedermi! Più chiediamo, più sappiamo e più siamo rassicurate e tranquille!

Buona giornata!
Ilaria


0 0
Feed