sesso in gravidanza quando è vietato davvero

SEX: QUANDO E' VIETATO IN GRAVIDANZA?

Oggi torniamo a parlare di sesso e gravidanza e ci addentriamo nel discorso che più interessa e più fa nascere le domande delle pazienti. 

Quando NON si può DAVVERO fare sesso in gravidanza.?

Oggi torniamo a parlare di sesso e gravidanza e ci addentriamo nel discorso che più interessa e più fa nascere le domande delle pazienti. 

Quando NON si può DAVVERO fare sesso in gravidanza.?


Ci sono situazioni serie, di ordine medico, in cui è davvero necessario prendersi una pausa dai rapporti intimi, per tutelare un decorso, il più regolare possibile, della gravidanza.

Quando e perché?

È davvero consigliato il riposo da ogni attività ludica di tipo coitale quando c'è una minaccia di aborto o di parto prematuro.
Nel primo caso, la necessità di evitare che ci siano delle contrazioni uterine in situazioni in cui invece l'utero deve stare in assoluto riposo, senza ulteriori stimoli è data dalla necessità di lasciare che si cicatrizzino gli eventuali distacchi della camera gestazionale dalle pareti dell’utero, mentre nel secondo caso, ovvero oltre le 25 settimane, il riposo forzato è fondamentale se ci troviamo davanti a un collo dell'utero già accorciato e quindi un reale rischio di parto anticipato. Questa valutazione richiede da parte di noi ginecologi una vera e propria misurazione con un’ecografia transvaginale.

Un' altra situazione di semaforo rosso per i rapporti di coppia è quella in cui avviene la prematura rottura del sacco amniotico: il sacco si rompe prima del termine previsto e il liquido amniotico inizia ad uscire. In questo caso la paziente viene addirittura ricoverata in ospedale, per cui le controindicazioni sono in realtà date dalla stessa location del soggiorno.

Anche la placenta previa è un'altra situazione che necessita accortezza da parte della mamma e quindi astensione dal sesso. In questo caso la placenta, invece di attaccarsi bella in alto nell’utero, si fissa in basso, molto vicina o, addirittura, sopra al collo dell’utero. In questo caso, i rapporti sessuali potrebbero portare ad un sanguinamento perché stimolano proprio il punto in cui la placenta è adesa.

Questi sono casi in cui la gestazione procede attraversando fasi delicate, in cui c'è bisogno di più cautela e riposo, ma in realtà in tutti gli altri casi le linee guida del Ministero della Salute indicano come il sesso in gravidanza abbia degli effetti benefici.

Esse indicano come numero ideale di rapporti sessuali da 1-2 fino a un massimo di 3-4 volte a settimana durante la gravidanza.
Si è visto che un numero tale di rapporti sessuali a settimana diminuisce la percentuale di parti pretermine. Il sesso, infatti, riesce a mantenere attiva la muscolatura dell'utero oltre che la muscolatura del pavimento pelvico!
I benefici si ripercuotono anche su quelli che sono i rapporti di coppia e li aiuta ad arrivare più rilassati al momento del parto. Inoltre gli orgasmi della donna in gravidanza liberano delle endorfine che sono sostanze benefiche sia per la mamma che per il bambino stesso.

La prossima settimana esamineremo trimestre per trimestre tutte le variazioni di carattere sesssuale, basandoci su cosa succede nella futura mamma.
Dubbi? Domande? Sono a vostra disposizione!

Buona giornata!

Ilaria


L'articolo della scorsa settimana ti è sfuggito? Lo trovi QUI!

0 0
Feed

Lascia un commento