sesso e gravidanza cosa dicono gli studi

SESSO IN GRAVIDANZA: COSA DICONO GLI STUDI

I primi studi relativi al sesso in gravidanza risalgono al 1966. In questo anno gli studiosi Master e Johnson (coloro che per primi hanno sfidato i tabù ed hanno saputo definire la differenza tra orgasmo maschile e orgasmo femminile) valutarono come le coppie sposate si approcciassero al sesso durante la gravidanza. Analizzarono tutti i casi, trimestre per trimestre, ma poi tutto fu insabbiato.

I primi studi relativi al sesso in gravidanza risalgono al 1966. In questo anno gli studiosi Masters e Johnson (coloro che per primi hanno sfidato i tabù ed hanno saputo definire la differenza tra orgasmo maschile e orgasmo femminile) valutarono come le coppie sposate si approcciassero al sesso durante la gravidanza. Analizzarono tutti i casi, trimestre per trimestre, ma poi tutto fu insabbiato.


Da lì fino alla fine degli anni '90 non ci furono altri studi! Perché parlare di sesso in gravidanza, bene o male, era un qualcosa considerato...sciocco e privo di valore! 


È nel 1999 che finalmente si sdogana l’argomento, di nuovo seriamente, ed è l'anno, questo, in cui per la prima volta si notò e si sottolineò come il sesso nel primo trimestre di gravidanza subisca una compromissione.
Per tutto il secondo trimestre, invece, si osservò una netta inversione di tendenza. Il sesso, in questo periodo, è vissuto più serenamente con la riscoperta del sesso coitale, cioè di rapporti completi. Arrivando alla fine nel terzo trimestre, ci si ritrova invece con un vero e proprio crollo dei rapporti.

Un salto temporale ci porta nel 2016, dove un nuovo studio ci riporta che una coppia, che prima della gravidanza, fa sesso in media due volte la settimana, durante la gravidanza passerà ad una media di due al mese. Si è visto anche come questa "media" dipenda molto dall'età della madre del nascituro e dal numero dei figli.

Ma le cause del calo del desiderio sessuale durante i nove mesi come lo andiamo a motivare?

Innanzitutto può essere legato a cause mediche, ovvero a controindicazioni reali al fare sesso in gravidanza; a seguire, ad un fisiologico calo del desiderio, che, fondamentalmente, si collega alle paure che ha la futura mamma di compromettere il benessere fetale.

Riassumendo, queste ricerche, fatte da ginecologi e psicologi, ci portano a vedere come circa il 50% delle coppie in attesa di un figlio smetta di avere rapporti sessuali per tutto il terzo e ultimo trimestre di gravidanza, prevalentemente per volontà della futura mamma, che nell'ultima fase del suo percorso si sente più stanca e, soprattutto, meno attraente agli occhi del partner.

La prossima settimana andremo a vedere, nel dettaglio, come madre natura influisca anche sul testosterone dei futuri papà nel terzo trimestre di gravidanza della loro compagna e di come cambi, trimestre per trimestre, il sesso di coppia durante questo meraviglioso periodo e, soprattutto, perché!

Per dubbi o domande… Mi trovate sempre qua! A vostra disposizione!
Buona giornata!
Ilaria


Non hai ancora letto l'articolo della settimana scorsa? Eccolo QUI!!!

0 0
Feed