secchezza vaginale menopausa

Secchezza vaginale e menopausa: un tabù da prevenire!

L'argomento di oggi, la secchezza vaginale, interessa tutta la sfera femminile. Non solo chi ne soffre già, ma anche coloro che non l'hanno mai dovuta "affrontare". E non ha età, può colpire donne in menopausa ma anche le giovanissime!

L'argomento di oggi, la secchezza vaginale, interessa tutta la sfera femminile. Non solo chi ne soffre già, ma anche coloro che non l'hanno mai dovuta "affrontare". E non ha età, può colpire donne in menopausa ma anche le giovanissime!


E' vero che è una problematica molto più legata alla menopausa, ma come per prevenire le rughe iniziamo a prenderci cura del viso già in giovanissima età, anche in questo caso è consigliabile fare la stessa cosa. Iniziare a trattare e prevenire presto il problema è meglio!

La secchezza vaginale, chiamata più correttamente in menopausa con il nome di atrofia vaginale è l’argomento che affronteremo oggi ed è strettamente correlata alla diminuzione degli estrogeni, ovvero il calo degli ormoni femminili che dominano la vita fertile di una donna.

Durante questa fase della vita della donna sono altri i sintomi che vengono più spesso nominati e ai quali si dà molta importanza: le caldane, l'aumento di peso, il rischio di depressione...ma mai, o quasi mai, si parla di sessualità. Questo accade perché è ancora considerato un tabù!!!
Invece è assolutamente importante parlarne, perché durante questo calo ormonale la vagina della donna in menopausa "cambia aspetto" e arriva a "perdere le rughe" (come dice una mia collega per spiegare in maniera semplice il mutamento!): significa che viene a mancare l' elasticità. In poche parole, invecchiando il nostro corpo viene coperto di rughe, tranne a livello vaginale, dove le rughe vengono meno! Questa spiegazione fa sorridere non poco le mie pazienti! Esclamano infatti che dovrebbe essere l'unico posto a doverne avere di più!!!

L' assottigliamento fa venire meno un altro fattore: la lubrificazione della vagina, ovvero quella sensazione di bagnato e di umido! Ma la cosa più fastidiosa, in realtà, non è questa, ma la "percezione" dei nostri genitali, cosa che la donna non è proprio abituata ad avvertire!!! In casi di secchezza vaginale, però, questa induce proprio alla “sensazione" di avere “una vagina”, mentre solitamente lei c’è, ma non la sentiamo! Ciò è accompagnato e sottolineato da fastidio, prurito, che molte mie pazienti spesso scambiano per candida!

Altra sintomatologia che si porta dietro l’atrofia vaginale è il dolore durante i rapporti, il quale può portare problemi a livello psicologico anche tra le coppie più affiatate e consolidate. Il dolore si avverte perché la mancanza di lubrificazione provoca una serie di micro lesioni, dei piccoli taglietti, che arrecano fastidi nel momento in cui si formano e durante la cicatrizzazione!

Donne, riassumendo, dobbiamo prevenire i disturbi legati alla menopausa, in particolare la secchezza vaginale!

Se è molto attuale il tema dell' impotenza maschile, non possiamo togliere importanza alla sessualità femminile, anche in menopausa. Quindi la donna deve essere in grado di vivere la propria vita sessuale in maniera completa in qualsiasi stadio della nostra vita ormonale.
Dobbiamo evitare di "maltrattare i nostri genitali" e i metodi di prevenzione sono semplici: basta, per iniziare, utilizzare dei detergenti intimi che non siano aggressivi; prediligo oli e creme, che non hanno schiume, che generalmente tolgono lo strato lipidico che riveste i genitali, quello strato che in realtà fa da “barriera”. Se poi sul corpo si utilizzano delle creme neutre idratanti, ricordate che possono essere anche utilizzate per trattare i nostri genitali esterni, un piccolo “triangolo” di pelle che, solitamente, ignoriamo. Ovviamente non sbagliatevi mettendoci creme snellenti o profumate!!! Consiglio anche l'applicazione di specifiche creme per uso interno, di solito a base di acido ialuronico, che andranno ad aiutare a mantenere quelle famose rughe che non vogliamo che vadano via!

Il problema della secchezza vaginale non è assolutamente da sottovalutare! E' utile prevenirlo ed è sempre consigliabile contattare il ginecologo per farsi aiutare a risolvere una eventuale sua comparsa!


Buona giornata!

Ilaria

0 0
Feed