LE ADOLESCENTI E LE PERDITE VAGINALI

QUANDO LE ADOLESCENTI SCOPRONO LE PERDITE VAGINALI

E' importante informare le giovanissime della modifica di queste perdite in modo tale da evitare che le considerino patologiche o non corrette, facendo terapie “fai da te” che potrebbero essere dannose.

Oggi parliamo di adolescenti, di donne agli albori, e di come cambia la loro vagina e di conseguenza le perdite vaginali! Andiamo avanti, con un nuovo aspetto, sul filone già anticipato negli articoli delle scorse settimane e nei mesi scorsi. 

Vi ricordo che per l'OMS, che ormai tutti sappiamo che è l'Organizzazione Mondiale della Sanità, l' adolescenza è quel periodo che va dai 10 ai 19 anni, in cui una donna si avvia alle modifiche corporee e psicologiche che la guidano verso l'epoca fertile.

In questo periodo dell'adolescenza le nostre ragazze iniziano a produrre gli ormoni sessuali: l'estrogeno e il progesterone. L'aumento dei livelli di estrogeno fa sì che le cellule a livello della vagina comincino a ispessirsi: aumenta la produzione di glicogeno, ovvero zucchero, che nutre la flora buona della loro vagina, che aumentando, inizia a dare manifestazione di se con perdite nelle mutandine.

In questa fase della vita il PH vaginale gradualmente si abbatte intorno al valore di 4 / 4,5, diventanti più acido. Inizia così a cambiare la consistenza stessa delle secrezioni vaginali, a seconda della fase di lavoro delle ovaie, e comincia una emissione della lubrificazione.

Queste perdite vaginali, nuove, chiare, non sintomatiche, senza odori.... tendono ad essere più scarse subito dopo la fine del ciclo mestruale, di una consistenza a chiara d'uovo simil muco durante l' ovulazione e più dense subito dopo, ovvero come saranno nel corso della vita fertile intera.

E' importante informare le giovanissime della modifica di queste perdite in modo tale da evitare che le considerino patologiche o non corrette, facendo terapie “fai da te” che potrebbero essere dannose.


Inoltre trovo utile, e lo consiglio vivamente alle mamme, informare le loro giovani donnine di casa su questo tema, oltre che sulla prevenzione, sulle malattie sessualmente trasmissibili e del rischio gravidanza...tutte cose incontro alle quale potrebbero andare.
Dobbiamo ricordare alle più giovani che le malattie sessualmente trasmissibili non sono state estinte dalla faccia della terra, come i dinosauri, ma sono tuttora presenti: anzi, ci sono dei picchi maggiori di incidenza proprio per colpa di un utilizzo scorretto del preservativo durante i rapporti sessuali e l' inizio di un'attività sessuale precoce (e poco informata) rispetto agli anni passati.

Mamme e figlie, se avete dubbi o domande io sono ben felice di ascoltarvi e aiutarvi a trovare le risposte!


Buona giornata! 

Ilaria 

0 0
Feed

Lascia un commento