parto prematuro

PARTO PREMATURO: UN VIAGGIO IN ANTICIPO!

Chi mi segue su Instagram si ricorderà che il 17 novembre, giornata del parto prematuro, ho pubblicato un video dove ho specificatamente parlato dell'argomento! 

Oggi, per iniziare l'anno nuovo con voi, ho deciso di riprendere il discorso, vista la sua notevole importanza!

Chi mi segue su Instagram si ricorderà che il 17 novembre, giornata del parto prematuro, ho pubblicato un video dove ho specificatamente parlato dell'argomento! 

Oggi, per iniziare l'anno nuovo con voi, ho deciso di riprendere il discorso, vista la sua notevole importanza!

Tutte le nascite avvenute prima dell'epoca presunta del parto sono considerate premature, quindi contando dall'ultima mestruazione, quella che ci permette di capire quando è iniziata la gravidanza, parliamo di tutti i parti prima della trentasettesima settimana.

Un tempo il parto prematuro era considerato tale a partire dalla ventiquattresima settimana di gestazione, poiché prima di tale termine si parlava di aborto tardivo, data l’impossibilità del neonato di sopravvivere.

Adesso, grazie ai grandi miglioramenti della terapia intensiva neonatale, siamo scesi alla ventiduesima settimana. In questo periodo gestazionale la possibilità di sopravvivenza è ancora molto bassa: si aggira intorno al 10%. Percentuale questa che aumenta con l'avanzare della gravidanza e arriva al 98% alla trentaquattresima settimana.

Le cause di un parto prematuro sono di diversa natura e possono dipendere da patologie materne o gestazionali. Le prime sono legate alla mamma e possono essere il diabete, la pressione alta o infezioni materne. Per il secondo caso, ad esempio,può essere il sacco amniotico che si rompe.

Se non c'è un avvio di travaglio si tenterà di bloccarlo con dei farmaci per poter effettuare alla mamma delle iniezioni nel gluteo a base di cortisone: queste faranno sì che avvenga la maturazione polmonare del feto, garantendogli una maggiore probabilità di sopravvivenza una volta fuori dal grembo materno.

Quando si arriverà al momento del parto si monitorerà la situazione e si prenderanno le dovute precauzioni per la salute e la vita del neonato.

Dubbi? Domande? Scrivetemi sempre! Sono a vostra disposizione!

Buon 2019!
Ilaria


Ti sei persa l'ultimo articolo del 2018? Clicca QUI e lo leggerai!

0 0
Feed