pillola

La pillola: tutto quello che c'è da sapere!

La pillola è un metodo contraccettivo ormonale ed è uno dei più sicuri. La sua efficacia è assicurata se essa viene assunta in maniera corretta. È costituita da due ormoni, che sono l’estrogeno e il progesterone.

Può essere divisa in due categorie:

- Estroprogestinica
- Progestinica

Oggi chiacchieriamo sulla pillola estroprogestinica, la “pillola” per antonomasia essendo quella più utilizzata è conosciuta!! Ne esistono di diversi tipi e quelle attualmente disponibili in commercio si differenziano tra loro per:
- il tipo di estrogeni e progestinici associati
- il loro peso


Vi sono poi le nuove pillole nelle quali hanno sostituito l’etinil estradiolo, l’esterogeno comunemente usato, con l’estrogeno naturale: in questo modo viene ridotto l’impatto a livello del metabolismo, per essere più “leggere” ed essere meglio tollerate anche dalle giovanissime!!
Alle ragazze che devono iniziare ad assumere la pillola al solo scopo contraccettivo pongo sempre una domanda specifica:
                                                                      "Quante mestruazioni vorranno?"
Di solito a questo punto  mi guardano come se fossi matta... ma in realtà la domanda è lecita! Il perché è semplice: la mestruazione da pillola NON È UNA MESTRUAZIONE, ma un sanguinamento da caduta ormonale: si “mestrua” perché non si assume la pillola. 

E' per questo che saranno loro a decidere se vorranno “sanguinare/mestruare” ogni 28 giorni per una durata di quattro o cinque giorni oppure ogni 28 giorni per mezza giornata o due giorni oppure se vorranno il finto ciclo ogni tre mesi, quindi quattro volte l’anno!

La scelta del regime tradizionale, quello noto a tutti , che consiste in 21 giorni di assunzione della pillola e 7 giorni di sospensione, è stato concepito in origine per “imitare” il ciclo mestruale fisiologico. Si voleva dare quindi una parvenza di normalità a quello che è un metodo che di fatto blocca l’ovulazione, più per una maggiore accettazione sociale da parte del “pubblico” che per una motivazione medica. 

Sì, perché la funzione delle pillole è sostanzialmente quella di bloccare la maturazione dell’ovulo, ovvero quella che è l’attività delle ovaie. Viene messo in stand-by tutto quel processo che permette alla donna ogni mese, qualora lo desiderasse, di concepire e avere una gravidanza. La scelta di un intervallo canonico di 28 giorni tra due pseudo mestruazioni non dipende assolutamente da una necessità medica!
Inoltre ricerche scientifiche evidenziano che non avere il ciclo mestruale nel momento in cui si è “sotto pillola” non comporta alcuna problematica, cosa questa guardata con sospetto da molte donne!

Quindi, la mestruazione da pillola è finta...che sia per tutti i mesi per 5 giorni o mezza giornata oppure ogni 4 mesi, ha comunque lo stesso impatto sul piano fisico; non è altro che il risultato della sospensione della sua assunzione.
Sintetizzando, attraverso questo metodo contraccettivo le ovaie vengono messe a riposo e i dolori da metà ciclo tipico, che la donna avverte durante l’ovulazione, spariscono. 


Un altro meccanismo che si innesca riguarda il muco cervicale, che cambia e va a costituire una sorta di tappo per gli spermatozoi, in modo tale che non riescono ad oltrepassarlo per arrivare all’utero e incontrarsi con l’ovulo (e inoltre quest’ultimo non si forma perché le ovaie non lavorano).

La pillola limita anche lo sviluppo del rivestimento interno uterino,chiamato endometrio: lo rende estremamente sottile e di conseguenza inadatto all’annidamento dell’ovulo: è questa “sottigliezza” che fa si che il sanguinamento da sospensione della pillola sia scarso! 


Come detto in precedenza, la pillola è tra i metodi di contraccezione più efficaci, soprattutto per le adolescenti! Anche perché presenta dei vantaggi extra contraccettivi: riduce le irregolarità mestruali mestruali e gli sbalzi ormonali responsabili di umori ballerini; combatte l’acne e la pelle grassa, nel caso queste siano correlate ad un quadro ormonale; previene la formazione di cisti ovariche e mammarie. Ovviamente la scelta di assumere la pillola in assenza di patologie può dipendere dalla donna, ma in caso di alterazioni specifiche o problematiche medica dovrà essere una scelta fatta dal ginecologo.


Dubbi? Ulteriori domande? Scrivetemi a ilydellacasa@yahoo.it! E non dimenticatevi delle mie pagine social Facebook e Instagram!

Buona giornata!

Ilaria

Vuoi leggere l'articolo precedente? Clicca QUI

0 0
Feed