I GEMELLI TRA MITI E LEGGENDE

I GEMELLI: MITI E LEGGENDE

Innanzitutto, dobbiamo distinguere le gravidanze gemellari, perchè non sono tutte uguali! Ci possiamo trovare, ad esempio, davanti a due gemelli identici oppure a due completamente diversi! C'è anche la gravidanza con due sacche e un'unica placenta, con due sacche e due placente, un'unica sacca e un'unica placenta.... insomma, le situazioni sono diverse!

In questo periodo di stress da Covid-19 ho avuto la gioia di vedere nuove gravidanze tra le mie pazienti, con un'elevata, nella mia piccola realtà di provincia, percentuale di gemelli: tante gravidanze gemellari! Su 10 nuove pancine di questo bimestre di lockdown, ben due pazienti gravide con un "doppia" dolce attesa!
Così, sulla base di questa statistica personale, di cui vi darò l'interpretazione scientifica, ho pensato di toccare l'argomento gravidanza gemellare, anche per sfatare un po' di miti e leggende correlati presenti nel web.

Facendo riferimento proprio ai gemelli in arrivo tra le mie pazienti, entrambe mi hanno confermato che in famiglia non ci sono casi di gravidanze gemellari: partiamo proprio da qui per capire una gravidanza gemellare come possa iniziare e perchè. 


Innanzitutto, dobbiamo distinguere le gravidanze gemellari, perchè non sono tutte uguali! Ci possiamo trovare, ad esempio, davanti a due gemelli identici oppure a due completamente diversi! C'è anche la gravidanza con due sacche e un'unica placenta, con due sacche e due placente, un'unica sacca e un'unica placenta.... insomma, le situazioni sono diverse!

Le gravidanze che vedono l'arrivo di gemelli si dividono in omozigoti e dizigoti e, per semplicità, prendiamo in considerazione quelle con "solo" due pargoletti.

I gemelli omozigoti sono identici: sono quelli che si assomigliano in tutto per tutto. Saranno dello stesso sesso e condivideranno il 100% del DNA, identico dunque, a livello del loro patrimonio genetico. Queste gravidanze sono di tipo casuale; inoltre rappresentano nel tempo e nelle varie etnie una costante di 4 su 1000: significa che ogni 1000 donne 4 presentano una gravidanza gemellare omozigote.

Sono il risultato della fecondazione di un'unica cellula uovo da parte di un unico spermatozoo. Lo zigote,ovvero il primo mucchietto di cellule che crescendo diventerà una creaturina, che contiene 50% di patrimonio genetico della mamma e 50% del papà, si divide in due: a seconda di quando avvenga questa scissione, la gravidanza avrà diverse caratteristiche.

Se si verifica nei primi tre giorni (succede in un caso su tre) avremo una gravidanza bicoriale biamniotica, ovvero la presenza di due sacchi e due placente.

Se lo zigote si divide tra il terzo e l'ottavo giorno ( succede nel 70% dei casi) ci troveremo ad avere un'unica placenta, per cui un unico piatto da cui entrambi mangeranno, ma due sacche per ogni bimbetto: questa gravidanza è detto monocoriale biamniotica.

Se la divisione dello zigote avviene durante la seconda settimana di gestazione saremo di fronte a una gravidanza monocoriale monoamniotica: entrambi i gemelli condivideranno la stessa placenta e lo stesso sacco gestazionale.

Raramente, invece, la divisione avviene dopo 14 giorni e in quel caso avremo il rischio che i gemelli restino attaccati, ovvero siamesi.

La gravidanza gemellare più comune è quella dizigote, dove abbiamo due cellule uovo diverse fecondate da due spermatozoi diversi. Ci troveremo quindi ad avere due gemelli che che condividono dal punto di vista del patrimonio genetico metà del DNA, come se fossero "solamente" fratelli, non gemelli. 


Si tratta di gravidanze dove le placente sono sempre due, così come i sacchi amniotici. Due piatti diversi da cui mangiano e due piscine diverse in cui nuotano!
Questo tipo di gravidanza gemellare è in parte ereditaria: si è visto che in alcune famiglie le gravidanze gemellari sono più ricorrenti. Si verifica maggiormente in alcune popolazioni, rispetto ad altre: i gemelli dizigoti sono più frequenti in Africa rispetto che in Asia.
Inoltre, analizzando il DNA delle mamme che hanno portato a termine questo tipo di gravidanza, uno studio ha dimostrato che possono esserci alcune varianti genetiche, trasmesse quindi attraverso le generazioni, che stimolano proprio la doppia ovulazione! Quindi la futura mamma con questa variante genetica produrrà due uova, anzichè una, al momento dell'ovulazione! Cellule uovo prodotte in contemporanea che, a loro volta, verranno fecondate in contemporanea da due spermatozoi.

Il salto generazionale, quindi, non è da considerarsi tra le cause di un aumento di gemelli in arrivo. Ma vediamo perchè c'è un incremento di gravidanze gemellari.

In parte vi è l'aumentata necessità del dover ricorrere alle tecniche di fecondazione assistita, anche se attualmente la legge obbliga a non trasferire più di tre embrioni. Quindi non si verificano più quei casi, che negli anni passati hanno riempito i tabloid mondiali, di gravidanze plurigemellari e che hanno fatto la storia.
La causa più frequente di questo tipo di gravidanza è l'età della mamma: al di sopra dei 35 anni di età abbiamo la possibilità più frequente di produrre due uova contemporaneamente.

E durante il Covid? Ebbene in questo caso, il fattore stress, che manda in tilt le ovaie di tante donne, con cicli strampalati, potrebbe aver indotto una doppia ovulazione "per sbaglio", rispetto al solito, con un risultato che ormai abbiamo capito!

In caso di domande o curiosità sono disponibile a fornirvi le risposte!!!!

Buona giornata!
Ilaria


0 0
Feed

Lascia un commento