stress ciclo impazzito e covid-19 ciclo folle

CICLO FOLLE: COLPA DEL COVID?

La sospensione del ciclo, o il suo essere “strano” e diverso dal solito, è data dal fatto che in questi ultimi due/tre mesi le nostre ovaie hanno subito letteralmente uno stress.

Oggi torniamo ad aprire una parentesi sul periodo quarantena da Covid-19, ma non per parlare di sintomi o contagi, bensì per vedere quali sono gli effetti che "subiremo” nell'immediato avvenire: ad esempio il ciclo impazzito, come la sua sospensione. Questo argomento è affrontato oggi perché anch'esso è frutto delle problematiche che le mie pazienti mi espongono e mi hanno esposto in questo complicato periodo. 


La sospensione del ciclo, o il suo essere “strano” e diverso dal solito, è data dal fatto che in questi ultimi due/tre mesi le nostre ovaie hanno subito letteralmente uno stress. 


Anche quelle donne che mi dicono di non aver accusato il colpo di uno sconvolgimento della loro vita, perché molto zen e mindfullness, in realtà uno stress lo hanno vissuto, fosse solo ogni volta che aprivano i social e leggevano i numeri degli affetti, o guardando un telegiornale o aspettando un annuncio di Conte.

Questo si va ad affiancare all'argomento visto la settimana scorsa, quando abbiamo parlato di gravidanze gemellari: abbiamo concluso dicendo, infatti, che in questa quarantena, date le circostanze "emotive e fisiche", può essere successo che le ovaie di una donna abbiano prodotto due cellule uovo, anziché una, durante l'ovulazione ( Se vuoi rileggere l'articolo clicca QUI). Ecco, oggi affrontiamo l’altra faccia della stessa medaglia!
Oggi, infatti, ci troviamo davanti ad ovaie che hanno lavorato in maniera meno efficace del solito: traducendo in termini pratici, le nostre mestruazioni possono essere state ( o verificarsi nei prossimi mesi) in maniera irregolare proprio a causa dello stress. Insomma, siamo davanti a un vero e proprio ciclo impazzito!
Ci sono donne che durante la quarantena non hanno avuto il ciclo; alcune invece che lo hanno avuto più volte.

Come già detto qualche tempo fa in un articolo, deriviamo dal mondo animale: sappiamo, ormai benissimo, che in condizioni di stress ci possono essere anche dei pericoli di vita. L'unico meccanismo con cui madre natura può difendere le donne e "dare continuità alla specie" è evitare che queste muoiano. Ecco, quindi, perché le gazzelle, in assenza di acqua e cibo, se dovessero rimanere gravide, morirebbero e madre natura, per evitare che ciò si verifichi, con il rischio dell’estinzione (noi donne siamo l’anello fondamentale della catena della vita!!!) fa si che non possano rimanere gravide. 

Certo, questo non è il caso di tutte le donne, anzi! Molte pazienti hanno approfittato della quarantena per provare a mettere in cantiere delle piccole creature! Ma Madre Natura non è a conoscenza dei nostri piani di esseri apparentemente evoluti e protetti, e del nostro voler approfittare di una quarantena per allargare la famiglia, per cui ha agito come al solito, tra gli animali, e in molti casi ha creato delle situazioni di stop. E' come se avesse messo a riposo le nostre ovaie, per averle attive e sfruttabili quando la situazione ritornerà alla normalità, e questo si traduce in cicli impazziti... o in una sospensione del ciclo.

Dove sorge il problema di un ciclo impazzito?


Le problematiche nascono nel momento in cui ci troviamo in un'età come l'adolescenza o , per contro, in fondo alla nostra vita fertile, cioè in premenopausa. Sono fasce di età nelle quali i cicli mestruali sono già di per sé irregolari e capire se questa irregolarità attuale derivi dallo stressa da covid o dalla fase che si sta attraversando diventa un po' complicato.

Nel caso si abbia avuto una sospensione del ciclo o viceversa, o tipi di ciclo con sanguinamento diverso durante la quarantena... Non preoccupatevi!!!

Fate comunque un controllo ginecologico ed ecografico per escludere la presenza di patologie che possano essere all'origine di questa problematica: cisti ovariche, polipi o fibromi... ma nel momento in cui non dovesse essere riscontrato niente, ecco che saprete già quale siano il motivo e quale la causa!

Se si vogliono chiedere ulteriori approfondimenti scrivetemi!

Buona giornata!

Ilaria

0 0
Feed